L’appalto per l’autovelox di Puglianello finisce al TAR (che dà ragione alla ditta esclusa)

L’appalto per l’autovelox di Puglianello finisce al TAR (che dà ragione alla ditta esclusa)

È illegittima l’esclusione disposta dal Comune di Puglianello nei confronti di laBconsulenze, Società operante nel settore della mobilità, estromessa dalla procedura indetta dallo stesso Comune telesino per l’affidamento della fornitura di un nuovo autovelox e del servizio di gestione del ciclo sanzionatorio.

LaBconsulenze aveva partecipato alla gara risultandone inizialmente aggiudicataria in via provvisoria, salvo poi essere esclusa perché, a detta del Comune, avrebbe fornito giustificazioni non sufficienti a dimostrare la congruità della sua offerta.

Di diverso avviso è stato invece il TAR Napoli che, accogliendo le argomentazioni difensive sostenute in giudizio dai legali della Società, il professore e avvocato Saverio Sticchi Damiani e l’avvocato Walter Perrotta, ha stabilito che quest’ultima non poteva essere esclusa dalla gara in quanto l’Amministrazione doveva previamente chiederle ulteriori chiarimenti sul contenuto della sua offerta.

Secondo la sentenza dei Giudici campani n. 374 del 15 gennaio 2024 (Presidente Liguori; Estensore Casalanguida), ad imporre questa ulteriore fase di contraddittorio procedimentale era la disciplina di gara predisposta proprio dal Comune di Puglianello il quale invece, disapplicando illegittimamente una regola che esso stesso si era dato, ha omesso un fondamentale step della gara che, ove esperito, avrebbe consentito alla ditta di fornire all’Ente tutti gli ulteriori elementi necessari a dimostrare la bontà della propria offerta.

Spetta adesso al Comune dare esecuzione alla sentenza del Giudice amministrativo, indicando in modo puntuale alla Società laBconsulenze se e su quali specifici aspetti quest’ultima dovrà fornire spiegazioni ulteriori rispetto a quelle già presentate in gara.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE…